Vuoi ACQUISTARE CASA? Una tutela in più per te

Una buona notizia per tutti coloro che si apprestano a comprare casa a Torino e non solo.

Grazie al maxi emendamento alla legge di stabilità, la somma di denaro corrispondente al prezzo di un immobile venduto non verrà consegnata immediatamente nelle mani del venditore.

Verrà stanziato un fondo gestito dal notaio che, solo a trascrizione avvenuta, si occuperà di consegnare il corrispettivo al venditore. Tutto questo per garantire che il trasferimento della proprietà immobiliare sia avvenuto in maniera regolare: una volta effettuata con successo la trascrizione dell’atto definitivo dell’acquisto dell’appartamento – o simili – nei pubblici registri immobiliari (formalità che ‘mette in sicurezza’ l’acquirente rispetto ad altri eventuali richiedenti), il denaro verrà consegnato alla parte venditrice. Infatti è la trascrizione a sancire l’effettivo acquisto della casa: se a Torino il signor Rossi vende lo stesso immobile al signor Bianchi prima, e al signor Neri subito dopo, tra Bianchi e Neri vincerà chi ha trascritto per primo il suo acquisto della casa.

Questo è inoltre un modo per risolvere con più facilità diatribe che si possono potenzialmente sviluppare in occasione di una compravendita immobiliare. Non ultimo, gli importi depositati nel conto corrente ‘dedicato’, che costituiranno un ‘patrimonio separato’, non pignorabile, produrranno interessi che andranno a rifinanziare i fondi di credito agevolato, per supportare i finanziamenti alle piccole e medie imprese.

Da notare infine che questa pratica, già diffusa nel mercato immobiliare estero, è riservata all’acquisto di case del valore di oltre 100mila euro.