Eve Arnold a Torino

Sarà visitabile fino al 27 aprile 2014, a Torino, nella Corte Medievale di Palazzo Madama la retrospettiva della fotografa statunitense Eve Arnold (1912-2012), i cui scatti hanno lasciato un segno indelebile nella storia della fotografia del XX secolo.
‘Curiosità’ la parola con cui l’artista riassume la sua passione. Per la vita, si potrebbe aggiungere: lo si percepisce dal suo personalissimo sguardo sul mondo. Documentarista e ritrattista, ha negli anni affrontato generi diversi. Noti sono i ritratti dell’alta società e di molti divi hollywoodiani: Marilyn Monroe, Joan Crawford, Liz Taylor, Marlene Dietrich, ma anche presidenti, reali, politici come Indira Gandhi e attivisti come Malcolm X, di cui documentò la battaglia per i diritti civili.

Non mancano reportage in diverse regioni perdute del pianeta,  India, Afghanistan, Cina, Mongolia, lavori commissionati da Life e dal Sunday Times e che le valsero riconoscimenti significativi come

il National Book Award del 1980 e il Lifetime Achievement Award dall’American Society of Magazine Photographers.

Le 83 fotografie in mostra, in bianco e nero e a colori ripercorrono così le tappe più importanti della sua vita da fotografa, dal 1950 al 1984. Dodici le sezioni: ‘Sfilata di moda ad Harlem’, ‘Malcolm X’, ‘Riti Voodoo ad Haiti’, ‘Gli importantissimi primi 5 minuti di un neonato’, ‘Marlene Dietrich’, ‘Marilyn Monroe’, ‘Joan Crawford’, ‘Celebrità’, ‘Afghanistan’, ‘Dietro il velo’, ‘Cina’ e ‘India’.
L’esposizione nasce dalla collaborazione tra la Fondazione Torino Musei, Magnum Photos e la casa editrice Silvana Editoriale, con il sostegno della Versicherungskammer Bayern di Monaco.