Il mercato immobiliare a Torino

Come sta evolvendo il mondo del Real Estate a Torino? Quali sono le zone di maggior pregio e dove sono collocati gli appartamenti che registrano la migliore stima immobiliare? Ne abbiamo parlato con Cesare Furbatto, Titolare della Furbatto Immobili.
“Stiamo attraversando un momento economico di forte incertezza – spiega Furbatto -. E senza dubbio anche il mercato immobiliare di Torino rispecchia questa fase di debolezza. Il problema fondamentale è che la crisi si sta ripercuotendo direttamente sul lavoro e sulle possibilità di ottenere un mutuo da parte dei lavoratori. Questo a sua volta incide direttamente sulle vendite delle case”.
La situazione però sembra migliorare.
“C’è un briciolo di speranza – aggiunge Furbatto -. All’orizzonte sembra muoversi qualche cosa di positivo. Dati rincuoranti arrivano anche dall’Istat, che registra numeri positivi”. Effettivamente, guardando proprio ai numeri dell’Istituto, nell’ultimo trimestre del 2014 il mercato immobiliare ha registrato una crescita del 3,7% rispetto allo stesso trimestre del 2013. Nei primi nove mesi del 2014, la crescita è stata pari allo 0,4% rispetto allo stesso periodo del 2013.
Numeri, sicuramente che fanno ben sperare: “il cliente che desidera vendere e comprare casa a Torino – spiega Furbatto – è comunque sempre più attento e preparato. E diventa sempre più selettivo quando entra in agenzia”.
Tornando a parlare di Torino: come è cambiata la città dopo le Olimpiadi del 2006? “La città ha cambiato faccia. Sono state pedonalizzate delle vie, dove gli immobili hanno acquistato un maggior valore. Sono nati nuovi quartieri, come quello intorno al Parco Dora. Torino, senza dubbio, è diventata più piacevole ed è cresciuto sicuramente il turismo”.
Quali sono i quartieri dove si vende più facilmente casa?
“I più richiesti sono Cit Turin, Vanchiglia e le zone adiacenti alla Metropolitana”.